ROBERTO CRIPPA, ACROBATA DELL’ARTE

Roberto Crippa è innanzitutto uno spazialista. La sua pittura è potente, materica, coerente nelle intenzioni e mai scontata.

Anche la sua vita è avventurosa.

Roberto Crippa in una foto di Paolo Monti
Roberto Crippa in una foto di Paolo Monti del 1955

Laureato in Architettura a Milano, frequenta l’Accademia di Brera. Lì entra in contatto con i protagonisti dell’arte meneghina dell’epoca, e resta affascinato in particolare da Achille Funi.
Dopo un inizio orientato alla figurazione, con qualche deriva cubista, aderisce allo Spazialismo di Fontana. Nel 1949, 1950, 1954 e 1956 partecipa alla Biennale di Venezia.
Nel 1951 firma il Manifesto dell’Arte Spaziale e visita New York dove conosce il gallerista Alexander Jolas, che gli organizzerà mostre personali dalla cadenza annuale.
Nel 1962 rimane vittima di un incidente di volo: Crippa era un appassionato di acrobazia aerea, tanto che nel 1971 sarà invitato come rappresentativa italiana ai Campionati Mondiali di acrobazia.
L’incidente del ’62 lo costringe sulla sedia a rotelle per quasi un anno: ciò nonostante, riesce a partecipare con i suoi quadri a diverse esposizioni in Europa e Stati Uniti.
La sua tragica morte nel 1972, sempre durante un volo di preparazione ai Campionati Mondiali (l’aereo su cui è a bordo è precipitato nei dintorni dell’aeroporto di Bresso), lo consacra per sempre nel mito.

La pittura spaziale di Crippa degli anni ’50 è la più iconica e richiesta dai collezionisti.
In asta da Wannenes il prossimo 9 giugno a Milano troverete due lavori estremamente interessanti  per la loro rarità e provenienza.

La prima opera in asta (lotto 54 del catalogo) è una Spirale del 1951. Un olio su tela (cm 115 x 145) realizzato in concomitanza all’adesione al manifesto spazialista e al suo soggiorno a New York.

La seconda opera all’incanto invece è un superbo inno alla materia e al colore:
una Spirale del 1953 che arriva dalla Galleria del Naviglio.

3245_201_2316

Lotto 102

ROBERTO CRIPPA (Milano 1921 – Bresso 1972)
Spirale, 1953, Olio su tela, cm 50 x 60
Stima € 8.000 – 12.000
Provenienza: Galleria del Naviglio, Milano
Esposizioni: Fontana Vasarely, due mondi, due colture, due scuole a confronto, MACA Museo Arte Contemporanea, Acri, 2014

 

WANNENES, ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

GIOVEDI’ 9 GIUGNO 2016
Tornata Unica ore 19.00 lotti 1 – 215
OPEN CARE / FRIGORIFERI MILANESI
VIA PIRANESI 10, MILANO

OPENCARE_logo

Cocktail preview (su invito) lunedì 6 giugno 2016, ore 18.30
Esposizione opere dal 7 al 9 giugno, 10.00 – 18.00

CATALOGHI

Il catalogo sarà disponibile on line su www.wannenesgroup.com
Per i cataloghi cartacei: a.vigo@wannenesgroup.com
+ 39 010 2530097 Genova
+ 39 06 69200565 Roma
+ 39 02 72023790 Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...